Innovatec: Italian Leather Group sceglie Innovetec Power per riqualificazione energetica impianti

Innovatec comunica che Italian Leather Group, una importante realtà industriale specializzata nella lavorazione e commercializzazione di pellami di alto pregio, attiva in Italia e all’estero nel settore dell’automotive, dell’arredamento e della pelletteria, ha scelto la controllata Innovatec Power come partner per il processo di accompagnamento strategico verso l’integrazione della sostenibilità nel proprio business.

L’accordo prevede che Innovatec Power realizzi un intervento di riqualificazione energetica dello stabilimento industriale di Monopoli quale parte fondamentale del percorso di riduzione dei costi energetici e di abbattimento delle emissioni di gas climalteranti del sito. In particolare Innovatec Power si occuperà della progettazione esecutiva, fornitura, trasporto, posa in opera e realizzazione di tutte le opere funzionali all’installazione e all’esercizio dei seguenti impianti: un impianto di cogenerazione industriale di potenza pari a 1000 kW; un impianto fotovoltaico di potenza nominale di 500 kWp; un intervento di relamping di potenza complessiva di 57 kW. L’Accordo prevede un corrispettivo di Euro 2,6 milioni, di cui Euro 1,7 milioni per la realizzazione dell’Impianto e Euro 0,9 milioni per la manutenzione decennale dello stesso. La commessa verrà completata entro il corso del primo semestre 2021 con ricavi in larga parte di competenza dell’esercizio 2020.

“Siamo davvero lieti di poter accompagnare Italian Leather Group SpA nel suo percorso di integrazione della sostenibilità nel business. – commenta l’Amministratore Delegato di Innovatec Power, Mario Gamberale – Il progetto composto da una combinazione di tecnologie permette il miglior efficientamento energetico dello stabilimento, costituendo un importante asset nel posizionamento della Azienda come leader anche in ambito sostenibilità nel suo mercato di riferimento.”

“Il progetto è per noi motivo di orgoglio perché rappresenta un disegno chiaro e concreto di futuro”, aggiunge l’Amministratore Delegato e Presidente del CdA, Emanuele De Maria, “e si sposa perfettamente con la nostra idea di economia circolare e sostenibile.”.