News ed eventi2019-03-26T09:46:32+00:00

News ed eventi

Comunicati stampa

Rassegna stampa

Eventi

AIM Investor Day

1-2 ottobre 2020 (9:00)
Le iscrizioni gratuite all'evento online sono aperte. L'Accesso è limitato:
Clicca per iscriverti subito.

OSSERVATORIO AIM

23 luglio 2020, h. 11:00
“Trend di mercato, emittenti, risultati, investitori di AIM Italia, il mercato delle PMI di Borsa Italiana”.
a cura dell’Ufficio Studi di IR Top Consulting
L’evento di presentazione dei risultati della Ricerca 2020 dell'Osservatorio AIM è promosso da  V-Finance, ESG Advisory firm su AIM

Clicca per l'iscrizione ZOOM CONFERENCE

#SMARTInvestorDay : SMARTMTA

8 luglio 2020 (11:00)
Saranno presenti Piteco, GPI, AlgoWatt e Innovatec in diretta streaming. In apertura verrà approfondito a cura di Anna Lambiase, CEO di IR Top Consulting, il focus della giornata.


Le iscrizioni gratuite sono aperte. L'Accesso è limitato:
Clicca per iscriverti subito.

#SMARTInvestorDay: Tech&IndustrialAIM

23 giugno 2020 (11:00)
Le società Relatech, Digital Magics, Websolute e ILPRA si presenteranno in diretta streaming. In apertura verrà approfondito a cura di Anna Lambiase, CEO di IR Top Consulting, il focus della giornata.


Le iscrizioni gratuite sono aperte. L'Accesso è limitato:
Clicca per iscriverti subito.

#SMARTInvestorDay: GREEN AIM

10 giugno 2020 (10:30)
Saranno presenti in diretta streaming gli AD di Renergetica, Elettra Investimenti, Kolinpharma, Monnalisa, Energica Motor Company e FOPE per presentare le aziende.
In apertura verrà approfondito a cura di Anna Lambiase, CEO di IR Top Consulting, il focus della giornata.
Le iscrizioni gratuite sono aperte. L'Accesso è limitato:
Clicca per iscriverti subito.

Load More Posts

Pubblicazioni

Le Startup quotate su AIM Italia. Fondamentali da IPO, risultati FY 2019 e performance azionarie

Osservatorio AIM di IR Top Consulting

L’Osservatorio AIM di IR Top Consulting ha selezionato all’interno dell’intero listino azionario un campione di società “startup” quotate esaminandone i risultati economico-finanziari alla data di IPO, nell’anno precedente alla quotazione, al 31 dicembre 2019 e i trend di crescita rispetto al 2018.
Partendo dalla definizione di “startup” intese come imprese in fase di sviluppo con progetti innovativi da alimentare si è fatto primariamente riferimento alla definizione al significato ed ai requisiti di quelle definite come “innovative” ai sensi del D.L. Crescita 2.0 del 2012 che permette di fruire di un regime agevolato.
I criteri di selezione principali hanno riguardato:
– la qualifica di impresa innovativa e la relativa iscrizione al Registro delle startup innovative alla data di IPO;
– l’unicità del modello di business inteso come nuovo nel contesto di riferimento e la sua scalabilità;
– la recente data di costituzione (generalmente inferiore ai 5 anni);
– la dimensione in termini di ricavi – includendo le società che l’anno precedente alla data di IPO registravano un fatturato inferiore ai 5 milioni di euro;
– l’attuale presenza del titolo sul mercato AIM (vengono pertanto escluse società che in passato sono state quotate ma ad oggi risultano delistate);
– la fase di negoziazione del titolo (vengono escluse società che sono sospese dalle negoziazioni per delibere di Borsa Italiana).
L’Osservatorio AIM ha analizzato inoltre le performance azionarie alla data di IPO, nei primi 5 mesi del 2019 e dopo l’emergenza Covid-19 (dal 9 marzo 2020).

Clicca per visualizzare l’analisi.

 

PIR di terza generazione: stima dell’impatto su AIM Italia per il 2020

PIR di terza generazione: stima dell’impatto su AIM Italia per il 2020
EFFETTI NEL TRIENNIO 2020-2022

Osservatorio AIM di IR Top Consulting

I Piani Individuali di Risparmio (PIR) a lungo termine introdotti dalla legge 11/12/2016, n. 232 rappresentano una nuova forma di risparmio fiscalmente incentivato finalizzata a canalizzare flussi finanziari verso le attività produttive delle PMI italiane per lo sviluppo economico del Paese.
L’agevolazione fiscale dei PIR consiste nell’esenzione da tassazione dei redditi, qualificabili come redditi di capitale o come redditi diversi di natura finanziaria derivanti dagli investimenti effettuati nel PIR (esenzione della tassa sui capital gain e dividendi incassati e dall’imposta su successioni e donazioni). Sono esclusi dall’agevolazione i redditi derivanti dal possesso di partecipazioni qualificate e, più in generale, quelli che concorrono a formare il reddito complessivo dell’investitore.
I PIR, per beneficiare dell’esenzione, devono essere detenuti per almeno 5 anni e devono investire nel capitale di imprese italiane ed europee, con una riserva per le PMI. I PIR devono essere gestiti dagli intermediari finanziari e dalle imprese di assicurazione i quali devono investire le somme assicurando la diversificazione del portafoglio.

Clicca per visualizzare l’analisi.

Corso e-learning MASTER AIM

MASTER AIM è il corso completo ed esaustivo sulle dinamiche del mercato AIM Italia.

Si compone di 10 moduli video supportati da una completa ed esaustiva infografica.

Obiettivo del corso è diffondere la cultura del mercato dei capitali ad una platea di imprenditori, avvocati e dottori commercialisti, attraverso le parole e le testimonianze di esperti del settore e dei protagonisti del mercato AIM.

Il costo è pari a Euro 500 + IVA.

Clicca per acquistare “MASTER AIM”

REPORT IRTOP: AIM ITALIA FOCUS 2019

ANALISI IPO 2019 – RACCOLTA CAPITALI – DATI E STATISTICHE

Osservatorio AIM di IR Top Consulting

Secondo l’Osservatorio AIM di IR Top Consulting, centro di analisi di riferimento per il mercato azionario delle PMI, negli ultimi anni il mercato AIM ha registrato il maggior numero di collocamenti: nel 2019 è diventato il primo hub finanziario europeo per numero di nuove società quotate tra i mercati non regolamentati, segnando un nuovo record con 35 nuove quotazioni, di cui 31 IPO e 4 ammissioni post business combination, e una raccolta di capitali pari a 207 milioni di euro. Il taglio medio delle operazioni su AIM nel 2019 ha raggiunto 6 milioni di euro di raccolta di capitale, con una dimensione di aziende che hanno un fatturato medio pari a 21 milioni di euro

Al 31 dicembre 2019, AIM Italia conta 132 società con un giro d’affari nel 2018 pari a 5,2 miliardi di euro, una capitalizzazione di 6,6 miliardi di euro e una raccolta di capitali in IPO pari a circa 3,9 miliardi di euro, di cui, in media, il 93% proveniente da nuova emissione di titoli.

La raccolta è pari a 4,6 miliardi di euro includendo le operazioni sul secondario. I settori più importanti in termini di numero di società sono: Industria (17%), Tecnologia (17%) e Finanza (16%).

Le regioni maggiormente presenti su AIM sono: Lombardia (41%), Emilia-Romagna (14%), Lazio (11%) e Veneto (8%). Il mercato AIM conta 48 PMI innovative.

In 10 anni sono approdate su AIM Italia 183 società.

Clicca per visualizzare l’analisi.

STUDIO CONGIUNTO IR TOP CONSULTING – CONSOB: “GOVERNANCE E TRASPARENZA NELLE SOCIETÀ SMALL CAP, UN CONFRONTO TRA MTA E AIM”

L’analisi, condotta dall’Ufficio Studi Economici di Consob in collaborazione con l’Osservatorio AIM, centro di ricerca e analisi sulle PMI quotate, realizzato nel periodo settembre 2018 – febbraio 2019, confronta i profili di Governance e Trasparenza delle società di minori dimensioni quotate sul Mercato MTA e delle società negoziate su AIM Italia. Clicca per visualizzare l’analisi.

Load More Posts